Quali piante scegliere?

  • Piante grandi e senza fioritura

La maggior parte dei partecipanti al nostro sondaggio raccomandano di prestare attenzione principalmente alle piante non in fiore che aiuteranno ad aggiungere una bella vegetazione all’interno.

Ad esempio palma, mostera, grandi ficus, alberi da interno  (inclusi alberi da frutto), che sono spesso piuttosto voluminosi. Molte di queste piante stanno vivendo una nuova ondata di popolarità, insieme alla moda degli anni ’70.

Il numero e l’aspetto dei vasi è uno degli indicatori importanti.

Se si tratta di un interno fashion, allora è molto probabile una singola grande pianta in un vaso o più piante in vasi visivamente simili o addirittura identici.  Se stiamo parlando di un numero enorme di piante nella casa di un amante dei fiori, è di moda che i vasi  non siano in  vista in linea di principio. Per le piante creare una nicchia nel pavimento (come nell’esempio nella foto) o posizionare una fioriera e al suo interno  installate le piante.

Quindi si elimina il problema del mix di vasi di forma e colore diversi, vasi con efflorescenze sulla superficie, tracce di vasi sul davanzale della finestra e altri segni poco eleganti.

Consiglio: un semplice supporto per le piante può “conciliare” diversi colori e forme di vasi. Esistono diversi tipi anche in IKEA.

  • Piante senza pretese e con poca cura.

Un altro gruppo gettonatissimo sono  le piante in miniatura: piante grasse o succulenti, cactus, ficus, sansevieria, aloe.

Le piante  non devono solo svolgere le loro funzioni di base, ma anche servire come un arredamento originale e degno per lo stile scelto degli interni. Poiché lo stile scandinavo è di moda , con la chiarezza delle linee e delle forme, nelle piante si apprezzano anche le forme originali e le linee morbide. Adatti sono i terrari di forme geometriche diverse .

Un altro elemento importante è la mancanza di pretese, perché i fiori si possono posizionare nei luoghi più insoliti: si appendono a testa in giù o sulle pareti verdi e così via. Quindi, la nostra scelta è di piante grasse, orchidee, liane e muschi, che soddisfano perfettamente queste esigenze.

Le piante sono sempre più posizionate non sul davanzale di una finestra e nemmeno vicino a una finestra. Pertanto si dovrebbe aggiungere che uno degli elementi obbligatori è la sopravvivenza all’ombra e / o ad una distanza notevole dalla finestra.

  •  Le foglie tagliate in vaso .

Questa tendenza è stata regolata da fashion stilisti di interni e

blogger , foglie tagliate  in vasi decorati si trovavano spesso nelle immagini di interni  dello scorso anno. Poi la tendenza è divenuta di massa .

  • Piante aromatiche.

Un’altra opzione consigliata dagli esperti è  di abbellire l’appartamento combinando l’estetica con vantaggi pratici:  un mini giardino di piante aromatiche. La cosa principale è organizzare questo tipo di condizioni di vita: prima di tutto, la disponibilità di spazio e la capacità di fornire il livello di illuminazione richiesto.

Le piante animano sempre lo spazio e creano un’atmosfera fresca all’interno.  In cucina, sugli scaffali puoi far crescere il tuo giardino con rucola,basilico,menta,salvia,erba cipollina,rosmarino e timo. Nel soggiorno sarà anche bello guardare, ad esempio, un albero di limone o altri alberi ornamentali da frutto .

Se il basilico non viene immediatamente mangiato, allora le radici possono essere trapiantate in un terreno normale e potrai ottenere il “secondo raccolto” su quelle radici che probabilmente avevi intenzione di scartare.

  • Invece di una parete verde – un quadro vivo

Le pareti verdi e i giardini verticali sono ancora di moda. Ma non in formato XXL per l’intero muro !  Pertanto i progettisti consigliano di utilizzare l’abbellimento verticale  localmente e dosato.

I quadri vivi sono eleganti e ordinati, contengono molte piante se vogliono, richiedono una spesa accettabile, non occupano un posto utile sul pavimento. Ci sono opzioni con irrigazione e senza.

Le pareti viventi negli appartamenti aiutano almeno parzialmente a risolvere molti problemi: purificazione e umidificazione dell’aria, isolamento acustico, ecc.

Anche la posizione delle pareti viventi è cambiata – dai salotti  agli spazi di servizio. Cioè, dove la coltivazione di piante in maniera tradizionale è impossibile per qualche ragione (mancanza di luce).

Sei ancora in dubbio se questo elemento è adatto alla tua casa? Guarda i progetti realizzati negli ultimi anni.

 

Piante artificiali: avere o non avere nell’interno?

Una disputa che promette di essere eterna: quali fiori scegliere – viventi o artificiali?

I sostenitori di ogni “partito” hanno i loro argomenti.

Piante e fiori vivi sono tradizionalmente amati per ragioni ideologiche. Nella vita dell’uomo moderno, specialmente in città, con così tante tecnologie e materiali moderni , il  desiderio  di vedere intorno tutto ciò che è naturale, è una reazione compensativa a questi processi.

Ma ci sono molti potenziali problemi. Le piante viventi hanno bisogno in primo luogo di luce: non tutte le stanze ti permettono semplicemente di mettere un vaso di fiori ovunque . In secondo luogo, la cura costante (irrigazione, concimazione, sostituzione dei vasi man mano che crescono, controllo dei parassiti, ecc)  o la loro vita sarà breve. Anche le piante grasse e cactus, che sono piante resistenti, di tanto in tanto hanno bisogno di essere innaffiate. Talvolta lo stile di vita o il carattere dei proprietari dell’appartamento non è  semplicemente adatto alla floricoltura domestica .

Devi decorare casa con fiori vivi quando senti che  c’è un giardiniere dentro di te. Le piante  vive  non sono un elemento di arredo, ma un tentativo di riempire la nostra vita urbanizzata con il respiro della natura.

Da questo punto di vista, piante artificiali, che non sono sensibili alla mancanza di luce, umidità, e non richiedono annaffiature e fertilizzanti regolari, hanno un numero di vantaggi. Inoltre, possono aiutare in quelle aree dove le piante viventi saranno particolarmente difficili: nei bagni senza finestre, stanze buie, ecc.

Le composizioni di fiori artificiali sono un elemento di arredo. Portano in esso gli elementi mancanti, che semplicemente non esistono in mobili, lampade, ecc. Queste sono le linee naturali, così necessarie per i nostri occhi! La disposizione di fiori artificiali può collegare elementi decorativi (mobili, tessuti, luce) e decorare davvero l’interno.

Molti designer dicono che tutto artificiale è antitrend. L’unica eccezione nel mondo delle piante artificiali, che sembra elegante all’interno è un muschio stabilizzato.

Oggi ci sono due tipi di piante artificiali
  • Analoghi dei fiori vivi

     Ripetono il fiore  nei dettagli piu piccoli, fino a sensazioni tattili simili . I fiori e le piante artificiali sono fatti di materiali diversi, trattati con composti speciali, e all’interno dei gambi, di regola, c’è un filo che aumenta le possibilità di posizionare  tale decorazione. Questo tipo di pianta artificiale è tradizionalmente raccomandato per decorare interni in stile classico, francese e country.

I moderni fiori artificiali di alta qualità, non hanno paura dell’acqua , possono essere lavati, non perdono colore e la loro forma. Ti serviranno finché non ti stanchi.

 

  • Piante artificiali che non pretendono di essere “vive”

    Questo include piante dai materiali insoliti, come porcellana, metallo o vetro. Questo arredamento è tradizionalmente consigliato per interni in stile moderno, non estraneo alla stravaganza.

Fiori stabilizzati

I partecipanti al nostro sondaggio indicano anche una soluzione di compromesso alla disputa tra sostenitori del “vivente” e “artificiali”. Stiamo parlando delle cosiddette piante stabilizzate. Si tratta di piante naturali, nelle quali, a seguito di un trattamento speciale, il succo naturale viene sostituito da una soluzione a base di glicerolo. Grazie a questo mantengono il loro aspetto e la freschezza per un tempo molto lungo.

Le piante stabilizzate hanno le loro peculiarità: ad esempio, secondo gli esperti, non amano la luce del sole, l’umidità elevata e

temperature estreme. Si acquistano piante e fiori stabilizzati da aziende specializzate.

Queste piante, naturalmente, non crescono. Ma risolvono il problema dell’illuminazione insufficiente e delle cure necessarie.

Le piante stabilizzate possono essere utilizzate anche nelle pareti vive. Particolarmente utilizzato è il  muschio stabilizzato.

La cosa principale non sono le mode.   La regola,  che ricorda la maggior parte degli esperti intervistati da noi: non importa quali piante o fiori si sceglie, ma questi devono essere in buona salute (se vive) e curate (in ogni caso). Persino i fiori artificiali non possono essere posizionati  e dimenticarsi di essi, permettendo alla polvere di accumularsi sulle foglie.

Assicurati di specificare quali condizioni sono necessarie per la pianta e valuta obiettivamente cosa puoi offrirgli. È sempre triste vedere  le decorazioni  trascurate  o che una  bella pianta sta morendo.

jpeg jpeg